INNOVAZIONI TECNOLOGICHE NELLA FILIERA DELL’OLIVA DA OLIO E DA MENSA

(D.M. 37067 del 28/12/2018)


Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura

Il Centro si occupa di colture arboree: frutta, agrumi e olivo. Svolge attività di ricerca per il miglioramento delle filiere, sviluppando tecnologie per il miglioramento genetico, la genomica, la propagazione, la sostenibilità delle produzioni e la qualità dei frutti e dei derivati, fino alla valorizzazione dei sottoprodotti. Cura la conservazione, caratterizzazione e valorizzazione delle collezioni frutticole, agrumicole e olivicole.

Il Centro comprende le sedi di Rende, Roma, Acireale, Caserta, Forlì e Spoleto.

Sedi coinvolte nel progetto:

La sede di Acireale, ed in particolare il gruppo di ricerca di Qualità dei Frutti e Tecnologie Agroalimentari, effettua ricerche sulla qualità nutrizionale e salutistica dei frutti e dei loro derivati. Inoltre, conduce studi finalizzati all'innovazione tecnologica nell'industria dei derivati agrumari, alla IV gamma, al miglioramento e innovazione delle tecnologie di trasformazione di olive da mensa e da olio ed alla biotecnologia ad esse applicata.

La sede di Rende si occupa dell'intera filiera olivicolo-olearia, dalla coltivazione alla produzione di olio, ha realizzato e gestisce il campo collezione di Mirto Crosia (CS), ubicato presso l'omonima azienda dell'ARSAC, che rappresenta una delle collezioni di germoplasma olivicolo più grandi del mondo,  più di 500 varietà italiane e 54 straniere provenienti da 11 nazioni diverse.


Centro di Ricerca Ingegneria e Trasformazioni Agroalimentari

Il Centro svolge attività nel campo dell'ingegneria dei biosistemi, dei processi agroindustriali e delle trasformazioni, soprattutto ortofrutticole, cerealicole e olivicole, per la gestione sostenibile degli agroecosistemi e delle filiere agricole, agroalimentari e agroindustriali.

Il Centro comprende le sedi di Monterotondo, Milano, Treviglio, Torino e Pescara.

Sedi coinvolte nel progetto:

Le sedi di Monterotondo e Treviglio si occupano in particolare dello sviluppo di tecnologie e metodologie inerenti l'ingegneria agraria nei sistemi agricoli e forestali con attività prevalenti nei settori della meccanizzazione agricola, della gestione ambientale, delle tecnologie di post-raccolta e della trasformazione di prodotti e biomasse anche a fini energetici, con particolare riferimento al supporto tecnico-scientifico alle politiche di settore e ai processi di certificazione e armonizzazione normativa.

La sede di Pescara si occupa inoltre di: 1) Elaiotecnica ed elaiochimica (tecnologie di lavorazione meccanica delle olive, qualità chimica ed organolettica delle produzioni olearie, conservazione del prodotto finito e utilizzazione dei sottoprodotti); 2) Olive da mensa (sviluppo di tecniche di trasformazione del prodotto, studio delle proprietà chimico-fisiche, nutrizionali e sensoriali delle olive, microbiologia nei processi di fermentazione e conservazione delle olive).


Il Progetto

Unità Operative

News

Collaborazioni

Pubblicazioni

Foto e Video

Contatti